Italian Knowledge Leaders

Gli eventi associativi - Il contesto

Nel MICE (Meetings, Incentives, Conventions and Events) uno dei segmenti di riferimento è quello relativo agli eventi Associativi.
L’ultimo rapporto OICE – Osservatorio Italiano dei Congressi e degli Eventi promosso da Federcongressi & eventi – attesta al mondo associativo ben il 25,5% degli eventi svoltisi in Italia e il 30,8% dei partecipanti.

È risaputo come gli eventi in generale rappresentino per le destinazioni ospitanti un notevole indotto economico, molto superiore all’indotto pro-capite generato dal turismo leisure.
Aldilà di una mera valutazione economica, il settore degli eventi associativi assume una rilevanza ancora maggiore se prendiamo in analisi il loro impatto socio-culturale.

Attrarre i grandi congressi associativi rappresenta per le comunità scientifiche, mediche, professionali una ottima opportunità per entrare in contatto con colleghi provenienti da tutto il globo, facilitando lo scambio di conoscenza e la nascita di collaborazioni mirate allo sviluppo della propria professione.
I congressi hanno pertanto assunto il ruolo di “importatori di conoscenza“. Un ruolo che si è sempre più affermato nelle politiche di sviluppo e promozione delle destinazioni a livello internazionale, tanto da spingere governi ed enti di promozione turistica a investire ingenti risorse in questo specifico segmento.

 

Come attrarre i grandi congressi

A differenza delle aziende, che individuano la destinazione dove tenere un proprio evento in base a logiche di efficienza economica o rispondendo a propensioni personali, le grandi associazioni internazionali definiscono la sede del proprio congresso attraverso un processo di candidatura.

Le figure chiamate a proporre la destinazione come potenziale sede di un congresso non sono gli enti di promozione turistica, i convention bureau o le agenzie di organizzazione congressuale, bensì i singoli Soci dell’associazione. Professionisti (medici, ricercatori, scienziati, ingegneri, ecc.) che in virtù del curriculum e della loro propensione a rappresentare la propria categoria hanno un coinvolgimento attivo nelle associazioni a cui aderiscono e hanno la possibilità di influenzarne le decisioni.
Candidare la propria destinazione e, in caso positivo, ospitare il congresso della propria comunità professionale diventa pertanto uno dei momenti più alti nella carriera di un professionista.

Al fine di poter essere presa in considerazione, una candidatura deve essere composta da un’analisi della forte attinenza scientifica della destinazione con gli obiettivi dell’associazione o del singolo congresso e da una approfondita argomentazione relativa alla capacità logistica della destinazione di
ospitare l’evento.
I convention bureau sono le organizzazioni che, a livello internazionale, si sono affermate per supportare i professionisti della redazione di candidature vincenti.

In molti casi i convention bureau, in virtù della propria neutralità e della capacità di rappresentare un’intera destinazione, si sono poi evoluti andando a coinvolgere e sensibilizzare i professionisti appartenenti ad associazioni internazionali, supportandoli in candidature che, altrimenti, non sarebbero
state avanzate.

L'evento Italian knowledge Leaders

Una serata dedicata alle eccellenze italiane e al sapere, un momento di incontro per riconoscere la dedizione e l’impegno dei principali esponenti italiani di Associazioni Internazionali. Italian Knowledge Leaders rappresenta un progetto altamente strategico, mirato alla creazione di ricchezza socio-culturale per la destinazione Italia.

Diversamente dal “Programma Ambassador”, sviluppato dalle singole destinazioni con l’obiettivo di riconoscere quelle figure che ricoprono un ruolo determinante nell’acquisizione di un congresso, il programma Italian Knowledge Leaders ha lo scopo di creare un percorso di sensibilizzazione nei
confronti di coloro che possono potenzialmente rappresentare una risorsa fondamentale per il segmento associativo.

A tal proposito, Convention Bureau Italia sta individuando i principali esponenti italiani (medici, scienziati, ingegneri, architetti, ecc.), con importanti cariche all’interno di associazioni internazionali, che possano costituire veicolo concreto di promozione e sviluppo per la destinazione Italia.

Nel dettaglio

Per l’evento verrà organizzata una cena di gala, da prevedersi ad Settembre 2020; Roma la destinazione scelta per l’occasione, sia per la sua importanza storico- culturale ed istituzionale, sia per la sua posizione strategica e facile accessibilità.
La serata, a seconda del periodo scelto, avrà luogo all’interno di una location unica ed esclusiva, espressione e simbolo dell’Italianità.

L’evento dunque vedrà la partecipazione di figure istituzionali e principali esponenti italiani di associazioni internazionali, insieme alle destinazioni italiane, che avranno inoltre la possibilità di estendere l’invito ai loro principali Ambassador, insieme ad agenzie di organizzazione congressuale, Centri Congressi ed Associazioni di Categoria.
La serata, oltre ad essere allietata da un intrattenimento esclusivo, sarà ricca di interventi, che andranno a valorizzazione la collaborazione e a rafforzare le sinergie fra le varie categorie presenti.

Attraverso questo incontro ed attività di networking, i singoli partecipanti inizieranno così a conoscere e/o ad approfondire le potenzialità e possibilità di ciascun ente, attivando così tutta una serie di processi che porteranno alla promozione della destinazione Italia nel mercato associativo.
Italian Knowledge Leaders si prospetta così come l’inizio di uno stimolante ed innovativo percorso tutto italiano, fatto di attività di networking, corsi di formazione ed appuntamenti volti alla sensibilizzazione verso l’importanza del mercato associativo in Italia.

Invia RFP