NEWS

Come si è evoluto il turista Mice cinese

secondo le ultime ricerche?

China Updates | Dicembre 2022

China Updates è la rubrica mensile di approfondimento e aggiornamento sul mercato cinese a cura di Value China, il punto di riferimento per le aziende italiane interessate ad approfondire o consolidare la loro presenza nel mercato cinese.

Le recenti modifiche apportate dalle autorità cinesi alle restrizioni sui viaggi internazionali hanno lo scopo di rendere più facile il turismo per il business. Insieme alla riduzione dei giorni di quarantena, a partire da metà giugno 2022, gli stranieri possono richiedere il visto turistico per l’ingresso in Cina per motivi di lavoro o ricongiungimento familiare. Inoltre, negli ultimi mesi si è assistito a un notevole aumento dei voli internazionali dalla Cina verso destinazioni asiatiche, aperti soprattutto per portare viaggiatori d’affari e studenti cinesi in paesi come la Corea del Sud, Singapore e la Tailandia. Diverse compagnie aeree cinesi hanno iniziato a offrire voli charter per gruppi aziendali.

Dal 2015, la Cina rappresenta il mercato dei viaggi per il business più grande del mondo in termini di spesa e, nel post-pandemia, la sua importanza continuerà a rimanere. Infatti, secondo la Global Business Travel Association, la spesa cinese per viaggi d’affari nel 2021 ha registrato una crescita del +31.7% su base annua; il doppio del tasso di crescita globale. L’Association prevede che il mercato cinese dei viaggi d’affari supererà i livelli pre-pandemici entro il 2024, raggiungendo una spesa di 400 miliardi Usd.

Il ramo dei viaggi aziendali di Trip.com Group, Trip.Biz, ha delineato i nuovi sviluppi del turismo Mice cinese, identificando il profilo dei nuovi viaggiatori e le necessità che hanno sviluppato.

Chi sono i futuri turisti per il business provenienti dalla Cina?

I prossimi viaggiatori d’affari cinesi saranno principalmente uomini, che rappresenteranno il 69.3% contro i 30.7% delle donne, di cui il 77.7% avrà età compresa tra i 25-44 anni. Quasi l’80% dei viaggiatori per business provenienti dalla Cina avrà elevata istruzione (laurea o superiore) e occuperanno il middle management (45%). Essendo prevalentemente costituito da generazioni digital-savvy, il mercato dei viaggi d’affari sarà sempre più legato alle nuove tecnologie digitali.

La digitalizzazione, infatti, ha un ruolo sempre più importante nel turismo per lavoro, dalla pianificazione del viaggio in tutte le sue fasi (prenotazioni di voli e hotel). Secondo Trip.Biz, tra tutte le aree di lavoro, i viaggi d’affari sono stati identificati come i più adatti alla trasformazione digitale (68,3%). Per di più, la Cina è un mercato mobile-first anche per le prenotazioni di viaggi d’affari, con il 62% dei lavoratori che accede alla prenotazione di viaggi tramite dispositivo mobile. Gli strumenti digitali sono preferiti anche per gestire eventuali imprevisti o l’interruzione dei viaggi, a un tasso molto più elevato rispetto alla media globale.

Il digitale diventa importante anche alla luce della crescente preoccupazione per l’ambiente. La sostenibilità sta diventando gradualmente centrale nelle scelte della maggior parte delle aziende cinesi che stanno attualmente adottando misure per ridurre il proprio impatto ambientale. Le azioni più comuni per ridurre l’impatto ambientale finora si concentrano sulla riduzione dell’uso della carta attraverso strumenti digitali che permettono di gestire prenotazioni, rimborsi e molto altro.

Nel sondaggio di Tongcheng, piattaforma OTA cinese, il 97% dei viaggiatori d’affari ha affermato che sarebbe disposto ad aumentare i viaggi business se al contempo diminuisse significativamente il loro impatto ambientale e il 54,2% delle aziende sarebbe propensa a proporre un hotel ecologico per i viaggiatori d’affari. È molto chiaro che c’è domanda e opportunità per viaggi più sostenibili all’interno del mercato cinese dei viaggi d’affari, non solo tra i viaggiatori leisure.

A causa dei tagli ai viaggi d’affari ritenuti non indispensabili, l’obiettivo del turismo Mice cinese è cambiato. Nella maggior parte delle aziende, le dinamiche commerciali, training interni e di customer care si sono spostati online, tramite incontri virtuali. Mentre hanno registrato grande crescita i viaggi per la partecipazione a eventi che implicano incontri dal vivo come seminari settoriali e professionali (+12.8%) e servizi professionali (+17%).

Cosa si aspettano durante il soggiorno?

Per quanto riguarda il soggiorno, i viaggiatori Mice cinesi del post-pandemia hanno ridefinito le loro esigenze. Rispetto ad altri segmenti di mercato, sono più propensi a prenotare alloggi di fascia alta che forniscono molteplici servizi per rendere il loro soggiorno maggiormente piacevole. La preferenza per hotel di lusso deriva dall’idea per cui soggiornare in questi hotel proietta un’immagine positiva dell’azienda di appartenenza. Questo crea una buona opportunità per gli hotel di alta fascia, che pongono particolare attenzione all’arredamento delle camere e degli spazi, al comfort e ai servizi extra.

A proposito dei servizi più ricercati, tra il 2020 e il 2021, si è registrato un aumento significativo dei viaggiatori d’affari con una preferenza per gli hotel dotati di palestre e strutture ricreative. Infatti, l’equilibrio tra vita lavorativa e lo svago è diventato centrale per i lavoratori, che cercano principalmente un’esperienze di qualità con servizi aggiuntivi e personalizzati in base alle loro preferenze. Il viaggio di lavoro si trasforma così in un’occasione per trascorrere un soggiorno confortevole.

Secondo Trip.Biz, il 68,5% dei manager approva che i propri dipendenti si prendano del tempo per sé stessi durante un viaggio di lavoro, incentivandoli a provare i cibi locali e visitare luoghi turistici.

La disponibilità di aree private, come sale riunioni o da pranzo, saranno ancora più importanti, così come il servizio in camera che permette di ridurre i contatti non necessari.

I Mini Program Wechat in lingua cinese rappresentano strumenti di comunicazione ideali per fornire questo genere di servizi, consentendo all’hotel di raccogliere facilmente dati sull’ospite, utilizzabili per personalizzare ulteriormente i soggiorni. Essendo integrati nell’ecosistema Wechat, i Mini Program permettono di rimanere collegati con i propri clienti, mostrando loro eventuali eventi e nuovi servizi pensati dall’hotel per rendere i soggiorni ancora più piacevoli.

È importante tenere in considerazione che, essendo i primi viaggi post pandemia, le esperienze di questi viaggiatori d’affari potrebbero avere un grande impatto in termini di influenza anche sul futuro turismo privato.

Value China, partner di Convention Bureau Italia, offre gli strumenti più innovativi per la promozione del territorio e delle destinazioni italiane. Grazie a collaborazioni con i più importanti player digitali cinesi, come Tencent, Ctrip, Mafengwo, Douyin la nostra azienda può aiutare la tua destinazione a promuoversi in Cina, attraendo i viaggiatori cinesi alla riapertura del turismo outbound.

Invia un RFP!